• Libra Adri

Sud-Est Asiatico, si mangia bene ovunque

Aggiornato il: mar 25


In Asia non esiste l’usanza tutta occidentale di mangiare ad ore stabilite.. in questa parte del mondo si mangia a tutte le ore, a cominciare dal mattino presto, fino a notte inoltrata; questa usanza mi ha conquistata immediatamente. Dalla Tailandia sino al Giappone poter entrare in un locale ed ordinare una fetta di dolce ed una tazza di te o mangiare un riso fritto alla cantonese. 


A Singapore, in Cina, in Giappone esistono una varietà stupefacente di ristoranti, ogni volta che torno in quei luoghi noto nuovi locali, ovunque sorgono piccoli stalls, ognuno specializzato in due, tre ricette che cucinano al momento, il cliente ritira il piatto e si siede al primo tavolo libero che trova. In tutti i grandi magazzini, supermercati, shopping centre, sono aperti food court in cui si può mangiare, a prezzi molto contenuti, un vasto repertorio della cucina cinese, indiana, thailandese, indonesiana.


I Singaporiani mangiano quasi sempre fuori casa, é comodo, economico, pratico, i locali sono puliti, le cucine vengono ispezionate regolarmente dall’ufficio di igiene, solo in pochissime occasioni, le famiglie si riuniscono e cenano tutti insieme. 


Mio marito ed io siamo seduti ad un tavolo di un food court (Hawker centre) di un grande magazzino di Singapore, accanto a noi é seduto un anziano cinese; dopo un poco arriva una giovane coppia con un bimbo di quattro-cinque anni e si accomodano all’altro lato del tavolo, il padre rimane col bimbo, mentre la mamma si allontana per comprare il cibo.

Il bimbo fa cadere la bibita che aveva davanti e felice comincia a giocare con il liquido sparso sul tavolo, il padre lo rimprovera, ma il bimbo finge di non sentire e continua imperterrito, il padre lo rimprovera ancora e questa volta alza il tono della voce… il giovane padre ha rimproverato il figlio con troppa severità ed il vecchio cinese seduto accanto a noi alza lo sguardo accigliato sul padre del bimbo, un uomo della stazza di un lottatore di Sumo; dal suo tono severo e da un paio di parole che afferro, capisco che lo sta redarguendo.. il giovane arrossisce, incassa e tace.. da non credere! 

L’anziano cinese, senza temere ripercussioni, ha rimproverato quel giovane padre con pura autorità generazionale, mentre il giovane ascolta in silenzio il rimbrotto, con il rispetto dovuto all’anziano.

Ho cercato di immaginare la stessa scena in un luogo qualsiasi in Europa, negli Stati Uniti, in Australia… mi e` scappata una risata… sono convinta che, da tutte e due le parti, sarebbero volate parole pesanti..!

I figli sono una gioia per la maggior parte dei genitori, ma ci sono le eccezioni, donne che non possiedono l’istinto materno, non é una colpa ma é uno stato. Concepiscono e crescono figli che non hanno desiderato, perchè tutti si aspettano che lo facciano, esiste una convenzione sociale in cui in una famiglia debbano esserci dei bambini. 

Queste madri non si abbandoneranno a sentimentalismi, poco o nulla educativi, non vizieranno i propri figli, essenzialmente li istruiranno ad essere consapevoli dei loro doveri, forse non saranno tenere mamme, ma in pratica, li prepareranno alla realtà della vita, insegneranno loro il significato della parola responsabilità. 

Basterebbe questo per considerarle le madri migliori.

Non si parla abbastanza dei padri che subiscono questo ruolo, assenti, indifferenti, per nulla amorevoli; gli uomini impiegano più tempo per capire, per accettare la responsabilità di un figlio ed a non confondere la paternità con l’autorità ..

Jackson Brown Jr: «La nostra vera natura si manifesta quando pensiamo che nessuno ci veda»


#madriresponsabili #ristoranti #abitudinialimentariinAsia #orarideipasti #foodcourtinSingapore #padriindifferenti

0 visualizzazioni