• Libra Adri

Single: una questione di scelte.


Cerco sempre di non deludere la persona che mi pone una domanda e mi sforzo di trovare le parole per non rattristarla, spesso le persone vorrebbero ignorare ciò che li spaventa e si viene condizionati dalle proprie speranze, questi i motivi per cui sono restia a dare risposte troppo nette. Ho dovuto, mio malgrado seguire la stessa pratica della mia amica sensitiva Leila che inizialmente con condividevo. L’esperienza mi ha insegnato che bisogna essere molto prudenti nei consigli, in tutti i campi, in modo speciale nella lettura di un transito astrologico.


Guardo lo schermo luminoso del mio computer e non trovo le parole giuste per rispondere alla giovane amica che mi ha scritto, ponendomi una domanda apparentemente facile. 

Se al mio posto ci fosse stato il famoso astrologo Branco, con teatralità ed ottimismo le avrebbe risposto: ‘carissima, sii fiduciosa, quello che attendi giungerà quando meno te lo aspetti, coronerai i tuoi sogni, esaudirai i tuoi desideri..‘ se fosse stato il simpatico Fox forse avrebbe detto: ‘nessuno può sapere meglio di te quello che veramente desideri, sii fiduciosa nelle tue possibilità..‘ tante parole per dire.. nulla, ma avrebbero ragione tutti e due, niente è più difficile di una previsione.

Qualche tempo fa scrissi ad un’altra amica per avvisarla del transito di Giove sulla sua Luna natale, l’aspetto si presenta ogni 12 anni circa, ovvero solo un paio di volte durante l’età fertile di una donna e questa benefica configurazione la predisponeva al tanto atteso concepimento di un bimbo, ma Giove, anche con tutte le sue buone influenze, non poteva aiutarla.. la mia amica al momento non aveva un partner…


Tempi di multitasking, per scelta e/o per forza, prospettive professionali e desiderio di maternità; ma io so che a chi, single, insegue un equilibrio tra lavoro (che sia in ufficio o in casa), famiglia e se stessi, la domanda che preme è un’altra: tutti vorrebbero sapere se incontreranno un partner con cui dare un senso alla loro vita. A nessuno piace, dopo una giornata di lavoro, tornare a casa ed ascoltare gli echi di un appartamento vuoto, tutti vorrebbero chiudere la porta ed ascoltare i passi dei bambini che ti corrono incontro e ti abbracciano,  sentirsi dire: ‘ciao! giornata dura? stasera ho lasciato l’ufficio un po’ prima, sto cucinando un sugo veloce, tu apparecchia, io ‘butto giù’ gli spaghetti.’  questo è quello che tutti vorrebbero, ma passano gli anni e nonostante la paura della solitudine, le abitudini si consolidano, sorgono piccole manie, ognuno di noi ha la sua idea di ‘ordine‘, le persone non desiderano cambiare il loro stile di vita e porre dei limiti alla loro libertà e diventa difficile trovare la persona giusta o perlomeno accettabile; si deve fare un scelta o il tempo la farà per noi.


‘Cara amica, sono convinta che il destino fa incontrare un partner ad ognuno; questi forse ha cercato di attirare la tua attenzione, forse non te ne sei accorta, forse eri troppo impegnata, ma anche se te ne fossi resa conto, non saresti stata in grado di dire a quanta parte della tua indipendenza saresti stata disposta a rinunciare per andargli incontro per instaurare quel rapporto che desideri‘. Per questo motivo molte relazioni nascono fra i colleghi di lavoro, ambedue trascorrono più tempo in ufficio che in casa, condividono le stesse ambizioni, divertimenti, vacanze, se in una coppia nessuno è disposto a rinunciare o ridimensionare la carriera, i vantaggi economici, il proprio tempo libero, non esistono scelte possibili.


Quando non esiste neppure la possibilità di trovare un partner fra i colleghi, si rimanda a tempi migliori, il problema è tutto qui. Si desidera un compagno, ma non si vuole rinunciare a nulla: le lezioni di yoga, la palestra, la seduta in un ‘centro benessere’ per riacquistare energie, il fine settimana è dedicato al riordino della casa, alla spesa, al bucato,  insomma rimane poco tempo da dedicare a qualcuno e creare le basi di una convivenza serena. Se vogliamo essere ancora più espliciti: se un rapporto nasce solo da una convenienza dei due partners, fosse anche suffragata da una reciproca e soddisfacente attrazione fisica e sessuale non è destinata a sopravvivere all’insorgere di difficoltà e responsabilità.


L’essere umano ama socializzare e la vita a due è migliore di una dorata solitudine, ma sono diventati molti quelli che dopo aver tergiversato, impauriti dalle responsabilità di una relazione duratura, col passare degli anni, sempre più soli e sfiduciati, mettono il loro profilo su uno dei tanti networks. Due estranei accomunati dal desiderio di condividere la loro vita con qualcuno, per farsi compagnia, per assistersi, per avere un figlio, l’amore forse verrà col tempo, ma il più delle volte, si separano, senza ripensamenti o rimpianti.. si erano uniti con troppa superficialità, non si erano dati il tempo di conoscersi, di integrare i loro caratteri, di avere una comunioni di intenti e di pensieri e le relazioni muoiono prima ancora di poterle approfondire. 

Negli ‘incontri al buio’ può capitare di tutto, i fortunati sono una grossa eccezione, il tentare di ‘programmare‘ un rapporto cela delle incognite da brivido, conosco persone che oggi rimpiangono amaramente di non aver riflettuto abbastanza sugli avvertimenti che hanno volutamente ignorato, forse oggi sarebbero ancora sole ma quanto meno serene ed ancora fiduciose di trovare, un giorno, un partner di animo gentile con cui condividere la propria vita.


Le persone non amano sentirsi dire la verità su questioni personali, al momento di ricevere una risposta negativa, si rifiutavano di ascoltare, sebbene questa cocciutaggine faccia magari parte del loro carattere e sia scritta nel loro Tema Natale, io mi sforzo sempre di farli ragionare, la deludente conclusione consiste nel fatto che tutti vorrebbero sapere cosa il futuro riserva loro, ma pochi credono veramente che l’Astrologia possa dare una risposta.

Un tempo questa constatazione mi deluse talmente che pensai seriamente di abbandonare i miei studi, ero stufa di leggere sorrisetti ironici sul viso della gente, ma poiché sono convinta di quello che vado scrivendo da tanti anni ed ho il coraggio delle mie opinioni, non mi sono lasciata abbattere dallo scetticismo, forte anche del fatto che non abbia mai lucrato con i miei studi. 

Ho deciso cosa rispondere alla mia giovane amica: ‘hai la fortuna di poter scegliere cosa fare di te stessa, quali rinunce non ti faranno soffrire, ma già nella  parola “rinunce” esiste tutto un mondo che non hai mai considerato.’  

Un tempo, una donna non sposata, la vituperata zitella guardata con sospetto, non esiste più, era una vergogna ed un peso anche per i suoi parenti. Sempre più donne scoraggiate da relazioni deludenti preferiscono  vivere da sole, in fondo hanno sempre una famiglia, gli amici, la lettura, visite a mostre e musei, convegni culturali, volontariato, ce n’è per tutti i gusti.

È una questione di scelte.


#tempolibero #multitaskings #teminatali #single #profilimatrimoniali #previsioniastrologiche

0 visualizzazioni