• Libra Adri

Siamo una Comunità Europea?

In questa disgraziata occasione, ancora una volta, ammiro gli Italiani che litigano, brontolano, ma che poi spontaneamente, con coraggio, si aiutano e si sostengono l'un l'altro. 

Mi auguro che non venga dimenticato il coraggio e la paura, la noia e la disperazione, una dura lezione di vita che ci ha accompagnati negli ultimi tre mesi, tutti quelli con cui ho la possibilità di comunicare affermano che le mura della loro casa sono diventate una prigione, ma vorrei ricordare loro che quelle mura li hanno anche protetti, che l'emergenza non è finita e a quelli che protestano per le restrizioni a cui debbono ancora sottostare, vorrei ricordare che sono nulla in confronto alla catastrofe umanitaria e sanitaria che sconvolge altre nazioni, e che gli italiani sono anche fortunati a vivere in uno dei Paesi con la socialità piú progredita del mondo, i piú ricchi di umanità, di generosità, della capacità innata di rendersi graditi che la gente del nord Europa non capisce, disprezza, ma ci invidia.

Questo dell'invidia é un tema che ho nominato piú volte, non si può combattere, si subisce, influisce in maniera negativa e condiziona il giudizio e la comprensione di chi la prova. 

Il covid ci ha colpiti, primi in Europa, la sfortuna si è unita alla disgrazia, una mazzata che ci ha lasciati storditi, nessuno sapeva cosa fare... nonostante l'indecisione dei primi giorni ho visto in TV un'unità di terapia intensiva istituita a velocità record. Era così ben costruita che sembrava fosse sempre stata lì, niente di instabile, niente cavi o tubi allentati, il tutto costruito in un pomeriggio, stupefacente come gli italiani riescano a dare il meglio di sé nei momenti difficili, sia che si tratti di stanze di rianimazione o del ponte di Genova.

Immediatamente i medici, pur non conoscendo il nemico che avevano di fronte, hanno iniziato a sperimentare, a testare nuove terapie. Siamo stati aspramente criticati per aver chiuso le nostre frontiere, per aver blindato pericolosi focolai, chiudendo tutto, isolando gli incolpevoli 'portatori' a guardare da lontano le persone care. Tutti hanno sofferto in silenzio, ma queste misure estreme hanno salvato decine di migliaia di persone Siamo l'esempio, la strada tracciata,

Fondazione Umberto Veronesi. l'esperienza condivisa con i medici di altri nazioni, abbiamo mostrato all'Europa la via da seguire.

Ormai questa é cosa nota a tutti, ma vale la pena di ricordarlo, senza rancore ma con amarezza, a chi ci ha accusato di essere esagerati ed allarmisti e poi seguire il nostro sforzo, si sarebbero potute salvare altre migliaia di persone se avessero creduto al grido di allarme che lanciavano i nostri morti e gli epidemiologi italiani. 

Uno scienziato inglese diceva: " noi li abbiamo avvisati, ma la politica non ci ha ascoltato."

Onore alla Grecia che in questa catastrofe ha fatto propri, scrupolosamente i suggerimenti degli scienziati italiani, si è blindata immediatamente ed ha avuto in tutto solo duemila casi di coronavirs. Quelli che in Lombardia si avevano in un solo giorno.

Con le conoscenze di oggi si é capito che il virus circolava in Europa da dicembre-gennaio, viaggiava silente con i portatori sani, con i malati di polmoniti atipiche.

Siamo stati accusati di aver portato in Europa la 'peste' del XXI secolo... quel virus che arrivava da lontano, dall'altra parte del mondo, inaspettato, sconosciuto, terribile. Il seguito di questo dramma é noto a tutti, adesso l'Italia deve  ricominciare, ma le nostre risorse sono state spese per il Paese Italia, per aiutare gli italiani chiusi in casa, i disoccupati, le industrie ferme, i lavoratori autonomi senza nessun lavoro per portare a casa pochi euro per fare la spesa, le nostre merci respinte, gli ordinativi cancellati, gli agricoltori con il raccolto marcito nei campi per mancanza di manodopera. Il governo italiano ha sospeso il pagamento delle tasse, dei mutui a chi ne faceva richiesta, il pagamento delle bollette per la luce e per il gas, ha dato denaro in prestito a chi aveva bisogno, aiutato le imprese che non potevano chiudere per non paralizzare l'Italia, dopo questo e per questo... abbiamo chiesto all'Europa di assisterci, ma abbiamo subito un rifiuto. 

Per gli italiani questa é stata una nuova ed inaspettata mazzata! 

Gli italiani non chiedono un prestito a fondo perduto, abbiamo sempre restituito, con gli interessi, gli aiuti ricevuti. Ma coloro che credono di poter prevalere, vogliono costringerci ad accettare l'inaccetabile, ma con rispetto verso i fratelli greci, noi non siamo la Grecia, messa in ginocchio dai debiti e dagli interessi sugli interessi, dopo la crisi del 2008/2009. Noi troveremo il modo e le risorse per risollevarci, come é giá accaduto nel passato... Nei giorni scorsi si é parlato di un ripensamento di quei paesi a noi opposti ed annunciato un sostanzioso aiuto europeo che non ci impone di essere sotto tutela come spendaccioni recidivi... che poi aiuto non è, perchè la "Federal Reserve Europea" farebbe solo quello che è necessario per l'Italia e per tutti i popoli Europei. lo spero vivamente che non ci siano ripensamenti... per gli italiani... ma anche perché "l'Europa" continui ad avere un senso.

Un'amica che vive in US, mi scrisse che la gente non faceva la fila davanti ai supermercati, bensì di fronte ai negozi di armi, facevano scorte di munizioni e compravano fucili di scorta. 


"sono pazzi questi americani..!" quali paure si nascondono sotto questo comportamento? che livello di violenza esiste nella loro società, anche in una piccola città. Il far west dei films esiste ancora nelle abitudini degli americani. Oggi quest'amica mi racconta che l'insorgere del virus e la paura del contagio, ha completamente cambiato l'atmosfera comunitaria, la gente esce poco, a stento si fermano a salutare gli amici che incontrano, o addirittura fingono di non vederli per non doversi fermare, la paura del contagio impedisce di socializzare anche da distanze di sicurezza.  L'unica riflessione che mi é venuta spontanea é stata l'abisso di mentalità che ci divide da loro. Noi italiani bisticciamo, senza conseguenze, gli americani si armano per sentirsi protetti ed hanno Trump come Presidente 😉. 


#comunitàEuropea, #COVID19, #epidemia, #indebitamento, #italianiVirtuosi