• Libra Adri

"Piccole donne" di oggi.

Ogni primo lunedì del mese, da anni, quattro amiche si riuniscono per il consueto incontro, un po’ per non perdere i contatti e un po’ per ritrovarsi. Ognuna aspetta questo giorno con un sentimento diverso ma sempre come ad una pausa della sua vita piena di impegni, nessuna di loro ammetterebbe che hanno bisogno di questa riunione per poter tornare per due piccole ore, le ragazze spensierate di in tempo, piene di speranze, progetti e sogni per il futuro.


Il silenzio è palpabile, tutte guardano altrove ma non Tonia, sono dispiaciute ma anche imbarazzate. Pina parla per tutte ” sai che novità, quante volte lo ha già fatto? tre, quattro volte? questa volta chi è? quanti anni ha?” Pina è avvocato, carattere forte, volitivo, sicura di se. Non crede nel matrimonio, non disdegna una relazione ma vive da sola, orgogliosa della sua indipendenza economica ed affettiva. Dopo un paio di anni di matrimonio ha lasciato il marito, la massacrava di botte, le diceva sempre che quella sarebbe stata l’ultima volta, che era pentito, le voleva bene, solo che a volte non riusciva a controllarsi, fino all’ultima che quasi la ammazzava. Per un senso di pudore ma soprattutto di vergogna, quasi fosse lei la colpevole, non ha svelato il suo segreto a nessuno, neppure alle sue amiche. Il dolore, la delusione, il rancore, hanno distrutto la sua fiducia e non si è mai più innamorata.

Tonia guarda l’amica con occhi umidi, “questa volta mi lascia…. per una ventenne con le tette sode..” ma dentro di sè pensa che quello che ha allontanato il marito è il fatto che lui non ha più voglia di competere con una moglie intelligente quanto lui, se non di più e si accontenta di fare sesso e basta con una scemetta senza interessi culturali …

Claudia guarda Tonia: ” l’anno scorso mio marito ha fatto la valigia e mi ha detto che doveva riflettere. Sta ancora riflettendo….” Claudia ha messo da parte la sua laurea in Lettere e Filosofia per dedicarsi alla famiglia a tempo pieno. Ha la tendenza a fare la vittima ma è generosa di carattere. È sposata, due figli adolescenti, le giornate sempre affaccendate. Il marito è dirigente di una multinazionale e lei conduce una vita al riparo da preoccupazioni economiche ma a volte rimpiange di non aver abbastanza tempo da dedicare a se stessa. e continua… “tu almeno non hai figli che chiedono del padre… non mi fa mancare il denaro ma… gli avevo dedicato la mia vita… ho rinunciato al mio lavoro per portare avanti la famiglia, la casa, i suoi interessi… c’è da andare in banca? Claudia è pronta, c’è da seguire una pratica e perdere mezza giornata? Claudia è sempre a disposizione, ma lui si è stufato di una moglie sempre a disposizione… ho saputo che si è messo con una che vuole solo essere servita e coccolata… gli sta bene!”

Pina rivolge a Tonia e a Claudia uno sguardo di commiserazione, “non vi avevo avvisate di fare un accordo pre-matrimoniale? Vi sareste messe al riparo da sorprese, dopo il divorzio non avrete diritto alla pensione, se gli succede qualcosa non ereditate nulla, insomma vi hanno fregate!” Lei ha dedicato la sua vita e la sua carriera ad aiutare le donne maltrattate e abbandonate.

Claudia: ” tu parli solo di soldi… ma io ho rinunciato alla mia vita per la famiglia, in questo modo mi ha distrutta, non è giusto… il matrimonio è una promessa, un impegno… dura finchè morte non vi separi… non finchè lui non si stufa e se ne va… io non mi posso fermare ‘a riflettere’ come ha fatto lui, io ho le mie responsabilità e non posso abbandonare tutto e tutti e mettermi ‘a riflettere’…” Questa volta Pina la guarda quasi con rabbia “perché credete che non mi sia più sposata? Pensate che mi piaccia essere guardata come una potenziale rovina famiglie? L’istituzione del matrimonio come l’hanno vissuta i nostri genitori è finita, troppe volte ho dovuto difendere sceme come voi che si sono annullate per il marito e poi ricevere un calcio in culo e tanti saluti.”

Maria non si è laureata, non si è sposata, ha un lavoro qualunque e vive ancora con i genitori, è una rinunciataria per carattere, è rimasta in silenzio fino a quel momento, pensa a se stessa e alla sua vita. Amante da dieci anni di un uomo sposato che le dice sempre: ” mia moglie non mi capisce… fra noi non c’è più nulla… sto con lei solo per via dei ragazzi… ma un giorno quando saranno più grandi le parlerò e…” Maria crede che lui non lascerà mai la moglie, vuole illudersi e continuerà a far finta di credergli chissà ancora per quanto tempo. Accetta un appuntamento all’ultimo minuto, non hanno mai passato una festa insieme, ha sempre nascosto le lacrime, quante volte si è chiesta il motivo, senza voler trovare una risposta, adesso ascoltando le amiche decide che la prossima volta lo metterà davanti ad un aut-aut: o la moglie o lei… ma forse…. sarà meglio aspettare che i ragazzi finiscano le scuole, saranno più liberi…chissà. http://www.mixpod.com/playlist/89118802

0 visualizzazioni