• Libra Adri

Lombok, i meravigliosi fondali e le spiaggie da surf a Sud.

   La costa sud di Lombok si presenta frastagliata per essere collinosa e costantemente colpita e quindi erosa dalle onde a volte gigantesche dell’oceano aperto. Lungo tutta la costa sud, la costolatura delle colline, che arrivano al mare, hanno limitato l’erosione e creato un’infinità di grandi baie con spiaggie immense dove le onde vanno a frangersi con un fragore assordante. Ai lati di queste spiaggie, rocce erose dal mare hanno le forme più strane: animali, colonne, cattedrali nere, essendo Lombok un’isola vulcanica. Col mare calmo lo snorkling tra queste rocce è veramente interessante. Ci sono grotte scavate nelle rocce con una vita marina degna dei più bei acquari. Da quelle stesse grotte, con le onde, fuoriescono potenti soffioni alti svariati metri. Aragoste in un metro d’acqua e non è raro l’incontro con grandi tartarughe.

La sabbia corallina di queste spiaggie è di forma sferica, come piccoli pallini essendo il prodotto della veloce erosione dei coralli con un movimento ondoso così violento. 


Molte di queste spiaggie sono raggiungibili solo dal mare o lungo sentieri attraverso la foresta, come questa di Mekaki. 

Quelle di più facile accesso sono meta dei surfisti da tutto il mondo: Australia, Giappone, Brasile e USA. 

La spiaggia più comoda è quella di Kuta in quanto le colline degradano dolcemente a mare ed è possible costeggiarla per kilometri. La prima area da surf ad essere stata scoperta e (a dire dei brasiliani) la più interessante per gli amanti di questo sport fu Bangko-Bangko Desert Point. Esisteva un sentiero tracciato dai Giapponesi, per scopi bellici, durante la seconda Guerra mondiale a questa estrema punta a sud-ovest di Lombok che nel tempo è divenuta una strada, ancora oggi difficile da percorrere. 



Fin dal 1999, per quanto è a mia conoscenza, gruppi di surfisti Brasiliani apparivano a gennaio fino a marzo per andare a giocare a Desert Point con onde che francamente fanno paura ai molti e tutte le sere tornando in albergo raccontavano felici di quanto erano riusciti a stare in sella alla loro tavole e leccandosi le ferite che mai mancavano. 

Lombok è divenuta una meta così popolare tra i surfisti, che altri hanno cercato luoghi più comodi dove poter anche soggiornare e pian piano la zona di Kuta, già abitata dai locali pescatori, si è popolata di tanti surfisti e giovani backpackers tutto l’anno anche se le onde non sono paragonabili a quelle di Desert Point. 

Numerosi alberghi e ristoranti sono nati e prosperano con questi turisti di backpackers senza pretese che già prima si accontentavano di dormire in tenda sulla spiaggia. Pochi kilometri oltre è nato l’albergo NOVOTEL che aveva progetti grandiosi, viste le strutture che hanno costruito. Un viottolo asfaltato dove due macchine che si incontrano debbono mettersi d’accordo chi passare per prima, diventa all’improvviso una strada a due carreggiate, con marciapiede in pietra. Dopo 2-300metri appare l’albergo isolato nel bel mezzo del nulla. 

Struttura alberghiera di rilievo, su una bella spiaggia corallina, con l’handicap di essere una cattedrale nel deserto e per il fatto che essendo le maree da queste parti rilevanti, lasciano “a secco” la spiaggia, nel senso che il mare si ritira per un centinaio di metri, lasciando i coralli scoperti, sui quali è impossibile camminare per raggiungere l’acqua profonda. 

Incontrai una giovane coppia di Lucca all’aeroporto, in partenza per Singapore. In risposta alle mie domande di cortesia: “dove siete stati”, “vi siete divertiti”, venne fuori che avevano acquistato un viaggio di 7+7 giorni a Bali e al Novotel e una volta a casa intendevano…. sapete come sono i toscani… Io godo a sentirli parlare se poi usano parole un po’ colorite sono da scompisciarsi… 

Insomma tradotto in povero italiano lei disse:” …per fortuna che eravano in viaggio di nozze perchè sennò c’era da morire di pizzichi. In albergo eravamo quattro gatti e dopo le 7 di sera il personale aspettava solo che finissimo di cenare per potersi “squagliare” e quindi si poteva solo andare a letto! Quando acchiappo quelli dell’agenzia…”



0 visualizzazioni