• Libra Adri

La logica del cancro.

CANCRO 22giugno-22luglio



Rudhyar, studioso, astrologo, sensitivo, affermava in un esercizio di metasemia che, ‘attraverso questo segno, si può ricevere il dono dello spirito di conoscenza a cui apparteniamo’, una bella frase ermetica per dire…. -lo confesso ci sto ancora lavorando-.

Il punto di forza del Cancro è la sua l’intuizione che non ha bisogno di logicità per comprendere l’essenza delle cose, arriva prima di altri alla verità, capta sempre cosa passa nell’animo di chi ha vicino, ne capisce le intenzioni e le motivazioni, purtroppo una sensibilità così acuita, gli procura una certa dose di ansia.

Quello del Cancro è un segno molto complesso. consapevole degli innumerevoli pericoli del mondo, si crea il suo spazio, rappresentato dalla famiglia e dalla sua casa, li difende strenuamente, in modo da poter affrontare gli imprevisti in maniera efficace, può sembrare versatile ma in fondo è un conservatore nelle idee, nei rapporti, negli affetti, il più strenuo difensore delle tradizioni.

Il suo pianeta governatore: la Luna, gli procura notevoli sbalzi di umore.

Prima dolce e comprensivo, poi suscettibile e taciturno, insofferente e disponibile, iroso e conciliante, reagisce a seconda della positività o della negatività che avverte intorno a sé, chi saprà tenere a bada questi comportamenti contrastanti, sarà ripagato dalla garanzia di un amante affidabile e devoto.

Come è normale per ogni segno d’Acqua, può passare dalla calma, che rasenta l’apatia, fino ad arrivare alla furia di un mare in tempesta, desidera sentirsi rassicurato continuamente quando è impegnato in una relazione amorosa, di conseguenza un partner attento ad ogni particolare, come un compleanno o una ricorrenza speciale, riuscirà di sicuro a conquistare il suo cuore e sarà ripagato con amore e totale devozione, circonderà di tenerezza la persona amata, mostrerà tutta la sua delicatezza e senso protettivo verso tutti coloro che fanno parte del suo mondo.

Il binomio Luna-Venere ‘affina la complessità delle reazioni mentali, pronte a cogliere vibrazioni ignote ai più, nel mondo circostante’ dona al cancro una dolcezza ed una tendenza alla passività che spesso viene scambiata per debolezza ed alcuni astrologi parlano del Cancro come di una creatura tremebonda che non sa districarsi fra le difficoltà della vita, in realtà la sua apparente debolezza è una scelta precisa, in questo modo si chiarisce il significato dello slogan del cancro ‘io mi difendo’.

Il Cancro ‘costruisce le mura della propria casa’ e si affida ai membri di una numerosa famiglia come ad uno steccato protettivo. Qualsiasi intrusione tra le sue pareti domestiche è vista con diffidenza….. la difesa può trasformarsi in aggressione, quindi l’istinto di sopravvivenza dei cancerini si affida alla strategia, con una buona dose di furbizia, di proteggere la famiglia, la casa, affidando ad altri l’irruenza dell’azione.

L’ospitalità per il Cancro non è una tradizione sociale da rispettare, ma un dono meditato da concedere solo a pochi eletti, un’altra ‘difesa preventiva’. 



Il Cancro donna o uomo è sentimentale, riservato, attento ai bisogni del partner, ma anche testardo, insicuro, determinato, è un miscuglio di contraddizioni, può sembrare scontroso ma, dentro la dura corazza del carapace, nasconde un carattere dolce, protegge e difende la famiglia che si è creato, altrettanto è legato alla famiglia di origine. Possiede modi gentili, una buona educazione quasi innata, è amabile, sa creare un’accattivante atmosfera di dolcezza attorno a sé e per una strana legge di compensazione, riesce ad esercitare il suo fascino molto più sui segni duri e marziani -Scorpione, Capricorno e Ariete- che sui segni venusiani o lunari -Pesci, Toro e Bilancia- che avvertono qualcosa di stucchevole nella dolcezza del Cancro, inoltre il diverso modo di porsi verso il partner, fa si che questi ultimi non possano legare, loro vogliono il bene della persona amata, mentre il Cancro vuole soprattutto essere amato.



Le sue aspirazioni sono alquanto facili da realizzare, riguardano la famiglia, la casa, i figli, l’amore, la tranquillità, la salute, la soddisfazione sessuale.

La necessità di proteggere la sua intimità, lo porta a tenere atteggiamenti di estrema riservatezza ed a fare una netta distinzione fra pubblico e privato.

Diciamolo chiaramente il personaggio Cancro a volte è noioso e stancante, quando meno c’è lo aspettiamo diventa malinconico, percorre il filo delle sue memorie in cui si mescolano nostalgia e languore ed a volte sconfina nell’autocommiserazione di chi si sente incompreso senza ragione.

Quando il Cancro si abbandona a queste sue malinconie, se si accompagna ad un segno di fuoco: Ariete, Leone, Sagittario, li vedrete fuggire prima di cedere alla tentazione di bisticciare; i segni d’Aria: Gemelli, Bilancia, Acquario, si allontaneranno pensando: ‘ragazzi qui tira un’aria pesante che non mi piace’; tutti gli altri aspetteranno che gli passi, più o meno comprensivi, infastiditi o indifferenti.

A volte può apparire debole e disposto a lasciarsi influenzare, ma solo dalle persone che ama e stima, con le persone che sente estranee o nemiche, si chiude nel proprio guscio e la sua ostinazione diventa inamovibile. Dobbiamo però riconoscere che esiste una forza ammirevole nell’ostinazione e nella resistenza con cui affronta le prove della vita e la perseveranza con cui persegue i suoi obiettivi, mai per ambizione.


L’uomo Cancro sceglie la sua compagna in base al rapporto che aveva con la madre, se questo era conflittuale, la partner sarà la sua esatta contraria, se invece avevano un buon rapporto, sarà il più possibile simile alla madre ed a volte questo continuo paragonare inconsciamente le due donne, è di intralcio ad un sano rapporto adulto con la partner, potrebbe essere il migliore dei mariti, dedica alla moglie tutti i suoi pensieri, si prodiga per renderla felice, ma a volte tutta questa dedizione lo rende asfissiante e la sua gelosia ha origine dalla sua insicurezza di perdere l’amato bene.


Il bambino del Cancro avrà problemi se allontanato precocemente dal suo “nido”.

Un consiglio alle fortunate mamme di un bimbo cancerino, non mandatelo all’asilo troppo presto, egli interpreterà questo gesto come un ingiustificato allontanamento dalle persone che ama e ne soffrirà terribilmente.

Il rovescio della medaglia del Cancro che ho finora descritto, è raffigurato da quello che gli astrologi chiamano il “Cancro compensato” ovvero il suo opposto astrologico… un soggetto duro, scontroso, permaloso, un lavoratore stacanovista, estremamente affidabile e professionale ma che non conosce la parola elasticità, insensibile ai sentimenti e alla pietà, più rigido del roccioso Capricorno, il massimo a cui si possa pensare.

La donna Cancro di questo tipo, è una virago insensibile, dura, astiosa, spesso rifiuta la maternità e si compiace di comportarsi in maniera anti femminile.

Se vi capiterà di incontrare una persona con atteggiamenti ruvidi, antipatici, rozzi, potete stare certi che si tratta di un Cancro compensato.

Il Cancro, insieme con i Pesci, è sensibile e vulnerabile, l’aggressività lo ferisce poiché è un tipo pacifico e tranquillo, talvolta flemmatico, questo suo carattere lo rende una persona adorabile, premuroso verso il partner e verso i figli, mentre la parte negativa con cui deve convivere, lo induce a preoccuparsi più del dovuto, lo rende ansioso e timoroso verso coloro a cui tiene affettivamente.

Il Cancro compensato ed il Cancro sensibile, due indoli senza punti d’incontro, eppure inspiegabilmente nati sotto lo segno Segno.


#affidabileedevoto #personalunatica #proteggerelafamiglia

0 visualizzazioni