• Libra Adri

La costola dello Scorpione


Un tempo il segno della Bilancia era incorporato nel segno dello Scorpione, ne era la parte meno emotiva. Lo Scorpione fu spezzato in due e nacque la Bilancia. Del segno originario, conservò le chele dello Scorpione che col tempo si tramutarono nei due piatti, simbolo della bilancia. Nelle conversazioni da salotto ognuno ama definire il proprio segno, l’Ariete dice spesso che il suo è il più bel segno dello Zodiaco, la Vergine il più brutto, lo Scorpione gode della sua cattiva fama, il Capricorno con saggezza espone le molte critiche che gli possono essere rivolte e la Bilancia ha l’intelligenza di astenersi da discussioni di questo tipo. 

Il bel quadretto che le riviste di astrologia ci hanno sempre propinato, ovvero la pillola fin troppo edulcorata che vorrebbero farci ingoiare, dipingono la Bilancia, come un segno che possiede un qualcosa che lo differenzia dagli altri: elegante, attento ai dettagli, quando osserva o ascolta piega il capo da un lato e non se ne accorge neppure, il perché lo faccia non saprei dire. Questo è il segno in cui il sentimento predomina in mille diverse sfumature, non sempre pacate come si potrebbe pensare. 


Sia le donne che gli uomini Bilancia apprezzano un discorso intelligente, odiano la volgarità in qualsiasi forma essa si manifesti. Poiché amano sopra ogni cosa la loro libertà, non prendono posizioni decise per garantirsi il diritto alla fuga quando dovessero profilarsi impegnativi confronti e la loro arma di difesa in questi casi, è un elegante distacco che blocca qualsiasi interferenza alla loro libertà. 

Nella conduzione e nella gestione pratica del ménage famigliare, i Bilancia sono imbattibili, ma nella realtà della vita quotidiana è impossibile avere tutto in perfetto equilibrio armonico, quindi faticano ad accettare che qualche cosa non vada come loro desiderano, che turbi la loro “armonia” ed esternano questo loro malcontento in una forma di insofferenza. Sono sempre disposti a vedere i due lati della medaglia, sempre alla ricerca dell’armonia in qualsiasi aspetto essa possa manifestarsi. 

Non sopportano i litigi e pur di aver calma intorno a sè sono disposti a cedere e tacere. Il loro bisogno primario, è quello di conciliare situazioni e persone inconciliabili. L’affettività della Bilancia è meno appariscente di quella di altri segni, ha bisogno di tempi lunghi e quando sa farsi riconoscere produce frutti notevoli in campo sociale e famigliare. Una loro caratteristica è quella di essere molto spesso dubbiosi nel momento di fare una scelta, di conseguenza, in qualsiasi espressione dell’arte, della moda, delle relazioni interpersonali, percepisce quell’armonia delle forme, delle proporzioni o dei sentimenti, che rimangono celati ai più e che gli impediscono di prendere posizione. Il senso di responsabilità non è il punto di forza dei Bilancini che riescono, con disarmante capacità, a scaricare sugli altri le loro responsabilità, facendo apparire il tutto come il pregio del manager che delega e responsabilizza i suoi sottoposti. 

Nella realtà di fatti, emerge un quadro molto più complesso e non così idilliaco come alcuni ci vorrebbero far credere. 

Sarà una reminiscenza del vecchio segno originario, sarà quell’imponderabile che non si può definire ma a volte questo è un segno aggressivo, niente affatto diplomatico, a volte anche volgare, attaccabrighe come pochi.

Anni addietro conobbi un simpatico ragazzo nato sotto il segno della Bilancia, amichevole, generoso, non era intenzionale e forse neppure se ne rendeva conto, ma era il peggior villano e tanghero che mi sia mai capitato di incontrare. 



Nel caso della Bilancia, ci troviamo di fronte ad un equivoco elogiativo piuttosto che spregiativo. Questo segno è descritto da certa letteratura come dolcissimo e soave, mentre la loro sete di giustizia può produrre individui progressivamente sempre più severi e addirittura acidi. Altri invece, con Saturno molto forte nel loro tema Natale, si sentono investiti del diritto di imporre agli altri il loro concetto del bene e del male. Ci troviamo quindi di fronte a persone intolleranti, ipercritiche e profondamente infelici perché il condizionamento del segno impone la convivenza con il prossimo. 

Infine una peculiarità dei nati in questo segno, che sfugge ad un’osservazione meno che attenta, è la tendenza alla disobbedienza. Può sembrare un controsenso in un segno così rigoroso e votato all’applicazione della giustizia, invece questo si traduce nell’atteggiamento critico-dubitativo di qualsiasi tipo di regola o consiglio imposto o minacciato ed i nativi reagiscono con un rifiuto immediato. Nella realtà delle condizioni umane, nell’espressione giornaliera, nelle manifestazioni personali, possono essere molto diversi dalle linee generali del segno, sono camaleontidi che assorbono le influenze dell’ambiente circostante. 


Per questo motivo il segno Ascendente, con le sue peculiarità, può interferire modificando la loro personalità, migliorando, peggiorando o mitigando il quadro d’insieme.  

L’Ariete tra gli Ascendenti di “Fuoco”, dona alla Bilancia, un segno a volte un po’ “smorto” e troppo preso da se stesso, una carica di vitalità salutare. Il coraggio dell’ascendente Leone elimina molte incertezze mentre l’Ascendente Sagittario è il migliore degli ascendenti di “fuoco” perché lascia in ombra i protagonismi cari ad Ariete e Leone. Con il Sagittario, la Bilancia si umanizza, diventa più disponibile a certi slanci del cuore che cancellano le sue perenni esitazioni. L’ascendente Sagittario, a prescindere dal segno solare, riesce a donare quasi sempre candore e buona volontà. 

Tra i segni di “Terra”, con l’ascendente Toro, la Bilancia è costretta a mettere i piedi in terra anziché osservare tutto da una prospettiva ironica e disincantata. Con la Vergine diventa efficiente nel lavoro e aggiunge la passione un po’ maniacale ed asfissiante per l’ordine e la pulizia. Con il Capricorno limita i propri idealismi etici in vista della conquista del potere e del successo. 

Con l’Ascendente Cancro tra i segni di “Acqua”, la Bilancia vede ammorbidita una certa sua intransigenza, nel contempo vengono evidenziati i lati più dolci del suo carattere. Quando si accompagna all’Ascendente Scorpione, il suo rigore controllato e frenato da una dissacrante ironia che dà scarso peso ai valori etici. Con un ascendente Pesci, la Bilancia può essere turbata da una vaghezza ed inasprita indecisione che già l’affligge di natura. 


Fra tutte le combinazioni, la Bilancia ascendente Bilancia è la peggiore. Questa configurazione le procura una gran confusione nei suoi ruoli, nella vita famigliare, nell’affettività e nel rispetto del prossimo. 

Anche un pregio può tramutarsi in difetto quando è troppo accentuato.


http://www.mixpod.com/playlist/75686362

#belledonne #Bilancia #eleganza #intransigenza

0 visualizzazioni