• Libra Adri

L’avaro.


Con i Capricorno non scocca mai quella “scintilla” che può far nascere una simpatia reciproca; i Toro ed i Cancro sono gli unici che riescono a trovare un accordo col coriaceo Capricorno, assecondandolo o ammorbidendolo. Gli altri segni, posso dire che, troveranno in lui, a secondo dei casi, un rullo compressore, un ottimo amico, un collega efficiente, un compagno affidabile ma se vi inviterà a cena sarà per uno scopo e per qualsiasi favore, prima o poi presenterà il conto. È fatto così, con totale sincerità, con realismo, senza cattiveria o malanimo, è la sua natura e non può essere cambiata.

È doveroso puntualizzare che, poiché stiamo parlando di persone, non esiste un segno zodiacale più buono o più cattivo di altri; di conseguenza c’è del buono e del cattivo in ognuno di noi… anche nei Capricorno… e quello che differenzia il Capricorno da tutti gli altri segni è il suo modo unico di posizionarsi nella società, di proporsi alle persone, il suo incedere indifferente verso la sua meta. Questo fa degli appartenenti a questo segno i più antipatici ma anche i più affidabili, freddi e competenti personaggi dello Zodiaco.

Il nato nel Capricorno è positivo, ambizioso e determinato. Essendo poco espansivo ed interiorizzando le proprie reazioni, rimane distaccato e pur provando sentimenti fra i più stabili e durevoli, non li esterna facilmente. Troppo spesso si mostra duro e freddo, ma una volta impegnato in una relazione, è molto fedele.

Le sue priorità sono la carriera, il potere, la scalata sociale. Non c’è nulla che non sia disposto a sacrificare pur di soddisfare la propria ambizione. È capace di usare qualsiasi mezzo pur di riuscire e, all’occorrenza, per ottenere quello che desidera, reprime i propri sentimenti e non si cura di ferire i sentimenti altrui. Possiede una notevole capacità di concentrazione ed un senso chiaro della realtà e della logica.

È vendicativo, diffidente, non conosce il perdono ma se capisce di potersi fidare, è il miglior amico che si possa desiderare, conciso e asciutto nelle espressioni e fidato oltre il pensabile.

Già così il Capricorno non riscuote molte simpatie ma questi non sono i suoi più gravi difetti, quelli che sono un po’ difficili da accettare sono la sua avarizia e l’egoismo.

L’accusa più comune che si rivolge ai Capricorno è la loro mancanza di giovialità ma a loro modo non si privano di nessun piacere che la vita può offrire. La loro visione della realtà esclude pietose e comode finzioni e pertanto sono considerati cinici nel peggior significato del termine. Prendono atto di una situazione, la valutano realisticamente, senza cadere nella retorica dei luoghi comuni, in una parola sono degli opportunisti.


Quello che conta per il Capricorno sono i risultati e per ottenerli, in particolari circostanze, può ricorrere alla “violenza” ma non con l’aggressività arietina o con la divertita crudeltà scorpionica.

La ricchezza per il Capricorno è fondamentale, da qui parte la sua proverbiale avarizia che si estende dai beni materiali ai sentimenti. Questo potrebbe sembrare un altro controsenso, perché a modo loro riescono ad essere generosi, non nel “dare” qualcosa, ma nel “fare” qualcosa. Non si può chiedere ad un Capricorno di separarsi da quello che considera visceralmente di sua proprietà.


Panoramica sugli ascendenti:

Il dinamico ascendente Ariete carica di vitalità il tetro Capricorno facendogli acquistare una inusitata vivacità.

Con il Toro quale Ascendente, il soggetto mira soprattutto ai beni terreni e al lavoro necessario per conquistarli, inoltre è appesantito da una limitatezza di vedute, riscattate solo da splendidi aspetti di Nettuno e Luna.

Se l’ascendente è Gemelli, per dare buoni risultati deve essere supportato da un buon tema natale, in linea generale l’ascendente Gemelli alleggerisce la serietà del Capricorno con una buona dose di umorismo.

Il Cancro, con la sua passività, ridimensiona le smanie di attivismo del Capricorno donandogli quel pizzico di pigrizia che limita parzialmente la sua smania di potere.

Anche con l’ascendente Leone si richiedono dei buoni appoggi nel tema natale per favorire nella giusta misura l’ambizione e l’orgoglio, spesso il Capricorno con questo ascendente risulta essere meno cupo e più generoso.

La Vergine raddoppia le sue capacità lavorative, in più aumenta la sua proverbiale avarizia con una vera e propria tirchieria in difesa anche dei più piccoli oggetti di sua proprietà.

La Bilancia influenza pesantemente il Capricorno e a causa di questo egli si sente costretto a mescolare la durezza nella vita famigliare, predilige la sua indipendenza agli affetti ed antepone il suo egoismo al rispetto del prossimo.

Lo Scorpione è un potente e pericoloso ascendente, perché inserisce una vena di crudeltà e di arroganza in qualsiasi segno solare, nel caso del Capricorno la sua ambizione diventa sfrenata con le conseguenza che potete immaginare.

Sagittario: premessa positiva per tutti i segni solari, in particolare per il Capricorno che ne riceve una buona dose di generosità e buona volontà.

L’ascendente Capricorno lo sovraccarica di attivismo lavorativo, aumenta il livello di avidità ed avarizia, spesso ci troviamo di fronte a persone fin troppo concrete che programmano la loro vita nei minimi dettagli.

Molti considerano l’Aquario uno fra i migliori ascendenti, soprattutto per il Capricorno, perché ne modifica, nella forma, la proverbiale durezza di carattere.

Con i Pesci, il Capricorno mostra un sentimentalismo inusitato per la sua natura fredda e concreta, costringendolo a convivere con un temperamento “sentimentale” estraneo alla loro natura.


http://www.mixpod.com/playlist/89273608

#ambizione #avaro #capricorno #carriera

1 visualizzazione