• Libra Adri

Distrugiamo il nostro Pianeta


Questa pandemia è senza dubbio una lezione che insegna molte cose a coloro che vogliono intendere, in special modo ma non solo, sui valori della vita, sulla socializzazione, sugli egoismi ed anche sulla generosità di tutti i popoli.

L'eccezionalità dell'evento risiede nel fatto che la pandemia non ha colpito un singolo paese o una limitata area ma ha sconvolto l'intero globo, forse non tutti gli esseri umani in quanto taluni sono duri di comprendonio ma tutti gli affari e per la prima volta tutti gli aerei sono a terra ed ha privato l'umanità di quelle libertà individuali che tutti hanno dato per scontate come se fossero un diritto, come a voler dire 'fermatevi un attimo, ragionate sul vostro operato, nonostante tutte le vostre certezze, siete dei deboli esseri umani di cui questo mondo può fare anche a meno'.

A me ha mostrato una cosa in modo estremamente chiaro: è indubbiamente vero che i politici, i ricchi ed i potenti della terra non meritano alcuna considerazione per come hanno gestito le cose fino ad oggi, la politica, gli affari ed in generale il benessere della gente.


Partendo dal presupposto che questa Pandemia sia scaturita senza la colpa e la partecipazione diretta di nessuna mente umana, ha comunque colpito tutta l'umanità come un moderno diluvio universale che però darà ai sopravvissuti una seconda chance ma se non saremo ottusi dovremo almeno imparare da essa una lezione: le cose come sono andate fino ad ora non possono continuare.


Stando a Wikipedia i morti della seconda guerra mondiali sono stimati in 68,047,059 anime.

Io non ho alcuna fiducia delle cifre che ci vengono fornite sui morti per COVID19 ma quando sarà finita avremo fatto la nostra terza guerra mondiale ed impoverito ulteriormente l'intera umanità.

Non c'è che dire abbiamo fatto un buon affare uccidendo buona parte della nostra memoria storica, i nostri anziani, azzerando il debito delle pensioni da dover pagare loro avremo meno da dover recuperare.


Non ci viene neanche data la scelta se cambiare oppure no, perché questa catastrofe, potrà avvenire di nuovo, visto che continuiamo ad avvelenare il nostro pianeta e potrebbe essere veramente un diluvio universale, una cometa o un nuovo virus ma senza un'arca per salvare l'umanità.


L'umanità, tutte le passate e presente generazioni, hanno speso le risorse del pianeta in modo sconsiderato, inquinandolo ed impoverendolo senza preoccuparsi di cosa avrebbe tramandato alle generazioni future. Ha speso risorse inimmaginabili per il profitto fine a se stesso e le guerre ed armamenti. Risorse e vite umane incalcolabili. Avrei difficolta a leggere le cifre stanziate dai vari governi per le guerre che anche ora si combattono, ma anche solo quelle per contrastare azioni terroristiche e per la difesa. Negli anni invece ha sempre più ridotto gli stanziamenti per proteggere le popolazioni da disastri come questa pandemia, limitando la ricerca, gli studi in generale per rendere la vita delle popolazioni meno dura.

Io considero un atteggiamento come questo non solo egoistico ma masochistico perché parliamo del benessere del pianeta dove viviamo e basta poco perché la natura si rivolti contro noi stessi e ci distrugga come insetti devastanti.

Invece di aiutare ed assecondare la natura per garantirci delle condizioni di vita migliori, ciecamente distruggiamo l'ambiente dove viviamo. Tutto ciò è fuori di ogni logica, non ha alcun senso.

Se invece, come io credo, questa pandemia e quelle precedenti fossero state causate, anche senza intenzionalità, dagli esseri umani, allora non è la reazione della natura a castigarci perché siamo capaci di farlo da soli senza l'aiuto di nessuno e sembra che stiamo facendo un dannato bel lavoro. Ed allora, che Dio ci aiuti.


0 visualizzazioni