• Libra Adri

Comprendere per migliorare se stessi.


La vita di ognuno è come un’isola, un’isola in cui manca tutto e bisogna portare quello di cui abbiamo bisogno.

Conoscere le difficoltà in precedenza ed avere il coraggio di affrontarle, non significa poi che le si potranno evitare. 


La determinazione a continuare a perseguire quello che desideriamo e sapere in anticipo che ci aspetta un periodo proficuo, ci potrebbe indurre ad essere troppo fiduciosi e quindi superficiali, se invece abbiamo davanti dei periodi difficili, potremmo scoraggiarci.


In quest’isola che è la nostra vita, vi porteremo i nostri sogni e le nostri desideri, sperando e pregando di avere la forza di realizzarli…. se poi l’Astrologia può darci un piccolo aiuto che sia la benvenuta.




Una astrologa che fu l’indiscussa guida di tre generazioni di aspiranti astrologi, ci raccontò un aneddoto significativo che le accadde molti anni addietro.

Un conoscente l’apostrofò dicendole: “signora non vorrà farmi credere che la posizione dei pianeti possa influenzare l’indole di una persona?!”

Lei, con tutta calma e con quel poco di arroganza della persona che sa di valere e non deve dimostrare nulla a nessuno, rispose: “Lei creda quello che vuole, tanto le cose non cambiano… inoltre è finito il tempo in cui bruciavano le streghe”.

Ognuno di noi vorrebbe sapere in anticipo quello che il destino, la sorte o chiamatela come volete, gli riserverà, ma le persone che credono veramente che l’Astrologia possa anticiparlo è …un altro paio di maniche.

Quelli che si avvicinano all’astrologia, in genere sono coloro che vogliono sapere solo cose piacevoli e sentirsi dire che “tutto va bene…. che sta attraversando un periodo fortunato… Giove è favorevole e otterrai ciò che desideri….” e così via, se azzardi a dire qualcosa che esula da quello che le persone vogliono sentirsi dire, immediatamente perdono di interesse; poi ci sono quelli che trasferiscono le loro angosce e le loro frustrazioni in una speranza illusoria, come se l’Astrologia potesse salvarli da loro stessi.

Sono pochissimi coloro che avvicinano questa materia, con il rispetto, la curiosità ed il sincero interesse per uno studio antico di millenni.

Se una studiosa di Astrologia osa pronunciarsi in maniera critica sul carattere della persona a cui sta interpretando il tema natale, spiegandole che non otterrà nulla se non ammorbidirà il suo modo di relazionarsi, verrà considerata, nella migliore delle ipotesi, un’incompetente.

Avrete notato che gli Astrologi che scrivono sui giornali o appaiono in televisione non azzardano mai una cattiva previsione, al massimo invitano ad aspettare, ad avere

pazienza… che le cose prenderanno il verso giusto….. nessuno di loro ha l’ardire di predire che l’interessato dovrà lavorare duramente, superare ostacoli e sacrifici per ottenere ciò che desidera, perchè nessuno vuole ascoltare questi discorsi.

Questi astrologi professionisti (a pagamento), pur bravi nel loro lavoro, sono costretti a mitigare le loro parole ed a trovare sempre un compromesso per non alienarsi la simpatia del pubblico da cui dipendono.

Nessuno sa se lo studio delle influenze astrali sia nato prima dello studio dell’aspetto psicologico di un essere umano, quello che veramente importa è conoscere se stessi e prendere coscienza di quello che siamo e cercare di limitare i danni prima che un aspetto del nostro carattere rovini la nostra vita, ognuno di noi ha un lato oscuro della sua indole che nasconde a tutti ed alcuni anche a se stessi.

Gli avvenimenti futuri poi, siamo noi a determinarli col nostro comportamento e con tutto quello che siamo disposti a sacrificare per raggiungere la meta che ci prefissiamo.

Stavo scrivendo del Capricorno quando ad un tratto mi sono bloccata e mi sono detta: “no!, questo non posso dirlo…. quest’altro è meglio non scriverlo… sorvoliamo anche su questo…” insomma mi ero già limitata trattando i tre precedenti segni che io amo molto, quando mi sono resa conto che non si può dire tutto, non verrebbe accettato.

In ogni segno vi è il buono e il cattivo, in quanto stiamo trattando di esseri umani. Nessuno deve quindi sorprendersi o scandalizzarsi. Il segno astrologico può influire solo in parte sul nostro carattere, quello che è determinante, è la posizione dei pianeti nelle case, nei segni e fra di loro.

La prima cosa che fa un’astrologa alle prime armi è studiare il proprio tema natale, serve come esercizio e per prendere coscienza dei propri difetti caratteriali.

“Quando ne avrete studiati mille di tutti i tipi, soprattutto di persone che non conoscete, potrete dire di avere una qualche esperienza” questo ci disse la nostra insegnante.

Da allora non ho mai smesso e mi è capitato di studiare il tema natale di persone simpatiche, antipatiche, persino odiose, alcune sembravano predestinate all’insuccesso, altre all’infelicità ed altre ancora si erano rovinate la vita solo perché non erano state in grado di dominare il loro cattivo carattere dovuto ad una infelice posizione di Marte, Urano o Saturno.

Recentemente ho studiato il tema natale di una persona con seri problemi psicologici che hanno avuto origine da bambino e aggravati dall’incomprensione della sua famiglia.

L’Astrologia può aiutarci a limitare gli errori che potremmo fare a causa del nostro carattere, in base alle condizioni astrali ed a capire se il ” momento” è più o meno favorevole a prendere determinate decisioni o cercare delle soluzioni.

“Momento favorevole” significa capire le nostre condizioni psicologiche per affrontare un passo importante o se stiamo attraversando un periodo in cui siamo invece portati ad incasinare tutto.

James Redfield, psicologo ed  autore di “La profezia di celestino”, per aiutare più fattivamente i ragazzi, con gravi problemi comportamentali, di cui si occupava, per rendersi meglio conto perché questi ragazzi, apparentemente come tanti altri, fossero un compendio di problemi, studiò i loro temi natali con l’aiuto di un Astrologo, per scoprire che questi erano afflitti da pesanti aspetti planetari.

Lo studio dell’Astrologia richiede comunque una certa preparazione in psicologia oppure un astrologo ed uno psicologo, in effetti potrebbero aiutare l’interessato a risolvere i problemi che l’assillano. Con l’analisi degli aspetti astrali si possono offrire suggerimenti sul come risolvere alcuni problemi, ma difficilmente le persone sono propense ad ascoltare.

Riscontri di vita vissuta o Astrologia applicata.

Qualche tempo fa, una mia amica mi chiese di leggere il tema natale di una sua conoscente; sono sempre disponibile ad imparare qualcosa di nuovo da un nuovo caso e mi feci dare i suoi dati natali. Ne risultò che la persona in questione era diffidente, avara ed esigente, avevo imparato abbastanza, non volevo avere a che fare con lei.

Liberarmene fu semplicissimo con la conoscenza acquisita delle sue idiosincrasie; la mia amica sapeva che quello che facevo era solo per il mio personale piacere, quindi le dissi che poiché la persona in questione era anche avara e taccagna, se voleva una risposta: “dille che voglio essere pagata, vedrai che non si farà più sentire” e così fu.

Quando mi è possibile, senza essere scortese, chiedo ai miei futuri ospiti i loro dati di nascita, riceverli in anticipo sarebbe meglio ma non sempre è possibile.

Tempo addietro una parente di una parente si autoinvitò a casa nostra, purtroppo era una ragazza con problemi, non voglio dire di più…e cercai di convincere mio marito ad inventare una scusa per cancellare l’invito ma poiché è lui il primo scettico, non ci fu verso e la ragazza arrivò.

Andammo a prenderla all’aeroporto, durante il viaggio in macchina, beveva acqua in continuazione, “hai molta sete?” le chiesi, “no ho paura della macchina” mi rispose.

Il giorno dopo facemmo una gita in barca e lei giù a bere acqua, la guardai e lei mi disse: “ho paura della macchina, della barca, dell’aereo, del traghetto…” mi venne spontanea una battuta ma mi morsi la lingua.

Il giorno dopo presentai a tavola un’insalata di aragosta, mangiò l’insalata ma lasciò l’aragosta, così venne fuori che era vegetariana e non solo, era “vegana”.

Quando fummo soli guardai mio marito e non ci fu bisogno di aggiungere altro.

L’anno seguente, un altro amico di un amico espresse il desiderio di conoscerci ma dal suo tema natale risultò essere egoista, bugiardo e dal carattere difficile.

Ancora una volta cercai di convincere mio marito ad evitare almeno questo invito, non ci fu verso, non fu possibile, però chiesi se aveva qualche preferenza alimentare, mi rispose che mangiava di tutto. Alla fine scoprimmo che non solo era antipatico e bugiardo ma anche celiaco. In un luogo dove non esistono prodotti alimentari per queste persone, diventa un problema serio.

In questi giorni sto cercando di evitare un’altra persona che si sta facendo troppo invadente e a volte mi chiedo a che mi serve sapere “certe” cose in anticipo se poi non posso fare nulla per evitarle!


http://www.mixpod.com/playlist/89257925

#psicologia #influenzeastrali #destino #astrologia #ProfeziadiCelestino

0 visualizzazioni