• Libra Adri

Cari trentenni,

Cari trentenni,

Vivete in casa con mamma e papà e non ve ne volete andare, troppo comodo trovare la camicia stirata, il piatto preferito …come lo cucina mamma…. non volete spiegare le vostre ali e prendervi le vostre responsabilità.

Non volete fare sacrifici, se non avete denaro a sufficienza fate debiti, non per cose importanti, ma per il superfluo.

Vi sposate sempre meno, più facile convivere che assumersi le responsabilità di far funzionare un matrimonio, si sta insieme finchè ci si diverte, poi al primo screzio, ognuno per la sua strada. Di figli neppure parlarne, quei “cosini” che dipendono da voi, che bisogna accudire, proteggere, amare …non se ne parla; quest’anno volete visitare il Nepal e l’anno prossimo chissà visiterete un monastero buddista, è così trendy… 


Quando i vostri genitori si sono sposati, il lavoro “sicuro” era poco, la paga era appena sufficiente per pagare l’affitto, il mangiare e un film ogni tanto.

Vacanze, ristoranti, villeggiature, abbigliamento alla moda, erano così lontani dal quotidiano che neppure ci si pensava. 

Sacrifici però tanti, sogni tantissimi, ma con i piedi ben piantati in terra. Si andava avanti giorno per giorno, si costruiva un rapporto basato sul rispetto reciproco.

Voi credete di avere problemi, ma lasciatevelo dire, i problemi li abbiamo avuti tutti, ma avevamo anche tanta voglia di fare, credevamo nel futuro, speravamo di migliorare, ce la mettevamo tutta per non abbatterci alla prima contrarietà.

È vero, il lavoro manca e se lo si trova bisogna accontentarsi, i tempi sono difficili e non per colpa vostra, ma voi avete perso quella spinta che conduce al successo. 

Forse la colpa è di noi genitori che vi abbiamo troppo protetti, non abbiamo voluto che faceste i sacrifici che abbiamo fatto noi, vi abbiamo dato tutto, non vi abbiamo lasciato sbagliare per non farvi soffrire.

Abbiamo creato una generazione di insoddisfatti ma anche una generazione di sfiduciati.

Non ve ne abbiate a male, ma volete troppo e subito. I sacrifici per progredire saranno sempre necessari.


0 visualizzazioni